Cosa fare se lo Smartphone cade in acqua – Cellulare in acqua…cosa facciamo

“Per salvare un cellulare da morte certa serve calma glaciale,  una scatola di riso e molta fortuna!!!”

Per i più svariati motivi il vostro smartphone è finito in acqua…cosa facciamo oltre ai naturali comportamenti da fine del mondo?

Vediamo come è possibile tentare di riaccendere un cellulare caduto in acqua o venuto a contatto con la stessa.

Calma glaciale

Non dobbiamo assolutamente tentare di riaccenderlo!!! La prima cosa che c’è da sapere è che se il cellulare finisce in acqua per circa 4 giorni comunque NON SARA’ A NOSTRA DISPOSIZIONE.
Se possibile estraiamo la batteria, non scaldiamo il cellulare con un Phon… se abbiamo a disposizione un compressore o una bomboletta d’aria compressa,possiamo cercare di far uscire quanta più acqua possibile, eventualmente anche con dei semplici movimenti ” a scrollare” del cellulare in una mano.

Scatola di riso

Fatto ciò lo inseriamo in una busta chiusa con del riso ( abbondantissimo..1 kg va bene!!! ) e lo teniamo ( sempre senza batteria ) chiuso per almeno 48 ore…
Preciso che se il vostro cellulare è di quelli dove la batteria non si estrae ( vedi Iphone o Galaxy S6…) avrete infinito bisogno del punto che segue!!

ossidoMolta Fortuna

Ricordater l’elettrolisi ? Quel processo che forse avete provato in applicazioni tecniche alle scuole medie ? Ecco purtroppo avete trasformato il vostro smartphone in un esperimento viaggiante…quindi ora dovrete sperare che tutta l’acqua si sia dileguata ( attratta dal riso ) e che al ritrorno della corrente non partano esperimenti non richiesti.

Ho scritto qualcosa che non hai capito ? Hai un'altra idea ? Scrivi 2 righe...ci vuole un attimo!

Facebook
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: