Qual’è la velocità reale delle attuali reti wireless – A quanto possiamo scaricare su una rete wireless

Al giorno d’oggi ci sono molti standard wireless, e,con le nuove tecnologie,è possibile “legare” più canali / frequenze insieme per raggiungere un throughput più elevato.Per le reti di dati, la velocità di comunicazione complessiva, throughput, è misurata in numero di bit per secondo.

  • Throughput (o velocità di trasferimento) nella trasmissione dei dati, è la quantità di dati trasferita con successo da un luogo ad un altro in un dato periodo di tempo.
  • bps numero di bit trasmetti al secondo
  • kbps migliaia di bit trasmessi al secondo
  • mbps milioni di bit trasmetti al secondo
  • Upstream il flusso dati dal nostro PC / Dispositivo verso la rete
  • DownStream il flusso dati dalla rete verso il nostro PC / Dispositivo

Qui di seguito una piccola tabellina con la classificazione dei diversi standard 802.11 WiFi e le loro velocità massime corrispondenti. Velocità wireless teoriche (somma del Flusso in caricamento Upstream e flusso in scaricamento DownStream ) sono le seguenti:

802.11b – 11 Mbps (2.4GHz)
802.11a – 54 Mbps (5 GHz)
802.11g – 54 Mbps (2.4GHz)
802.11n – 600 Mbps (2.4GHz and 5 GHz) – 150Mbps velocità massima degli adattatori wireless di uso comune, 300Mbps, 450Mbps, e 600Mbps velocità raggiungibili attraverso la somma di canali e/o frequenze in alcuni routers
802.11ac – 1300+Mbps (5 GHz) – lo standard più nuovo che utilizza i canali più ampi, QAM / Quadrature Amplitude Modulation per un throughput più elevato

La velocità massima effettiva di un trasferimento wireless, varia in modo significativo dalle velocità massime teoriche di cui sopra a causa di:

  • Distanza – distanza dal punto di accesso, così come eventuali ostacoli fisici, quali pareti, perimetrali o portanti, materiali riflettenti, influenzano la propagazione del segnale e riducono la velocità
  • Interferenze – altre reti wireless e dispositivi nella stessa frequenza nella stessa area influiscono sulle prestazioni
  • Condivisione della rete –  la larghezza di banda disponibile ( cioè la velocità massima teorica ) è condivisa tra tutti gli utenti sulla stessa rete wireless.Inoltre, il throughput netto a livello IP del Wi-Fi è in genere il 60% del tasso nominale di collegamento a causa delle tecnologia adottate sulla trasmissione ( half-duplex con ACK,  CSMA / CA). Anche il numero di connessioni simultanee e  il tipo di sicurezza wireless ( crittografia ) possono influenzare e rallentare alcuni router più anziani con processori o memoria inadeguati.Di seguito è riportato il dettaglio delle effettive velocità medie reali che ci si può aspettare da router wireless entro una distanza ragionevole, con basse interferenze e piccolo numero di connessioni simultanee:
  • 802.11b – 2-3 Mbps downstream, fino a 5-6 Mbps .
  • 802.11g – ~20 Mbps downstream
  • 802.11n – 40-50 Mbps varia notevolmente a seconda della configurazione, se è miscelato , il numero di canali collegati etc. L‘utilizzo di canali a 40MHz può contribuire al raggiungimento di 70-80Mbps con un router dei più moderni. Fino a 100 Mbps realizzabili con attrezzature commerciali più costose,con matrici 8×8, porte Gigabit, etc
  • 802.11ac – 70-100+ Mbps typical, higher speeds (200+ Mbps) possibile su piccole distanze senza grossi ostacoli, con l’ultima generazione di routers 802.11ac , e da clients con adattatori WI-FI capaci di ricevere e trasmetttere flussi contemporanei.

Per dubbi o suggerimenti…ci scriviamo nei commenti!!!

Ho scritto qualcosa che non hai capito ? Hai un'altra idea ? Scrivi 2 righe...ci vuole un attimo!

Facebook
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: