Attivate i JavaScript - GRAZIE
Please enable / Bitte aktiviere JavaScript!
Veuillez activer / Por favor activa el Javascript![ ? ]

Cos’è la Frequenza di rimbalzo – Bounce Rate – e come migliorarla

Cos’è la Frequenza di rimbalzo – Bounce Rate – e come migliorarla

La frequenza di rimbalzo (bounce rate in inglese) sta ad indicare la percentuale di visitatori che si limitano a visitare una sola pagina del sito web in cui sono “caduti”. Il termine “rimbalzo” indica proprio questo: l’utente “atterra” sul sito e rimbalza subito via.

Un esempio chiarificatore: se avessimo un sito con una media di 1000 visitatori al giorno con una frequenza di rimbalzo del 50% significherebbe che su 1000 utenti che arrivano quotidianamente sul sito, 500 se ne vanno dopo aver visto una sola pagina.

In sostanza la frequenza di rimbalzo ci aiuta a comprendere se i visitatori considerano i contenuti del sito coinvolgenti o meno… una volta arrivati sul sito, leggono solo quello che hanno trovato o si lasciano coinvolgere anche da altri contenuti proposti al momento ?

In generale non è possibile affermare che un sito con una frequenza di rimbalzo elevate sia scadente o abbia bisogno di “aggiustamenti”… una frequenza di rimbalzo elevata potrebbe anche essere ” fisiologica ” rispetto ai contenuti del sito.

Come conoscere la frequenza di rimbalzo del nostro sito?

Questa domanda ha una risposta quasi scontata: è sufficiente installare nelle pagine del sito web un sistema di analisi del traffico come Google Analytics per avere accesso a questa e ad altre informazioni.

Frequenza di rimbalzo: qual’è il valore ottimale?

Come accennato sopra,non è possibile definire un tasso ottimale di bounce rate in quanto si tratta di un valore estremamente legato alle reali caratteristiche del sito web.

Se un sito con una frequenza di rimbalzo inferiore al 30% è comunque un ottimo risultato, un sito con una frequenza di rimbalzo anche superiore all’80% potrebbe essere anche migliore!

Quali sono le cause di un’alta frequenza di rimbalzo? Fisiologiche o patologiche ?

Una frequenza di rimbalzo evevata può essere fisiologica cioè rappresentare una caratteristica propria dei contenuti del sito o patologica cioè il sito dovrebbe coinvolgere maggiormente ma non lo fa!

Cause fisiologiche di una frequenza di rimbalzo elevata

  • Cerco un numero di telefono di una attività…arrivo sul sito, lo trovo sono soddisfatto e vado via ( siti di informazioni per esercizi, attività )
  • Cerco la soluzione ad uno specifico problema … trovata ! ( siti di divulgazione di soluzioni tecniche )
  • Soluzioni di programmazione avanzata del sito ( ajax ) che non consentono il completo rilevamento dei comportamenti utente
  • Sito monopagina

In questi casi, un’alta frequenza di rimbalzo, non è pregiudizievole per il sito web… potrebbe addirittura essere una caratteristica positiva

Cause patologiche di una frequenza di rimbalzo elevata

Quelle che seguono, invece, sono le cause negative che contribuiscono ad una elevata frequenza di rimbalzo

  • Errori di codice e/o programmazione che non consentono la corretta fruizione dei contenuti ( l’utente non capisce e scappa )
  • Sito web disorganizzato ( l’utente non capisce e scappa )
  • Pagine clickbait  – contenuti scarsi e pagine esistenti solo per contenere annunci
  • Pagine illegibili o piene di annunci
  • Contenuti di bassa qualità e non completamente rispondenti alle aspettative

In questi casi,l’elevata percentuale della frequenza di rimbalzo non è altro che la naturale conseguenza della bassa qualità del sito.

per dubbi o suggerimenti...ci scriviamo nei commenti!!!

Cos’è la Frequenza di rimbalzo – Bounce Rate – e come migliorarla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rispondiamo a tuttilascia un commento per ricevere dettagli o inviaci una email per proporre la stesura di nuove guide.